Bonifica e riqualificazione di siti inquinati

Ci occupiamo di bonifica e riqualificazione di siti inquinati da oltre 20 anni. Abbiamo trattato aree contaminate per un totale di oltre 2 milioni di metri quadri, da piccoli lotti a interi SIN (siti di interesse nazionale).
Affrontiamo tutti i passaggi dell’iter ambientale, sia amministrativi, sia tecnici, sia di rapporto con gli Enti interessati; seguiamo anche gli aspetti assicurativi, finanziari, immobiliari.
In alcuni casi abbiamo realizzato come General Contractor bonifiche “chiavi in mano” in collaborazione con aziende partner.

  • Indagini preliminari e caratterizzazioni sullo stato ambientale dei terreni attraverso rilievi, sistemi geofisici, carotaggi, trincee, prelievi e analisi
  • Misura della % di componenti antropiche nel riporto
  • Indagini idrogeologiche sulle falde attraverso posa di piezometri, pozzi, trincee drenanti, uso di traccianti, campionamenti e analisi
  • Misura dei livelli freatici, restituzione con mappa delle isopieze
  • Modellizzazione della diffusione di inquinanti (plume)
  • Prelievi e analisi di gas interstiziali nel sottosuolo (flux chamber, soil gas probe)
  • Relazioni sullo stato ambientale di terreni (due diligence, perizie asseverate)
  • Progettazione di bonifiche ambientali di terreni e falde per aree dismesse e siti contaminati
  • Elaborazione di analisi di rischio sito specifiche
  • Monitoraggi falde, soil gas, inquinanti aerodispersi indoor e outdoor
  • Direzione lavori, coordinamento della sicurezza di cantieri di bonifica, supervisione, assistenza, consulenze ambientali
  • Relazioni geologiche
  • Indagini geotecniche
  • Piani scavi
  • Rilievi, verifica, videoispezione di reti fognarie e sottoservizi
  • Progettazione di sistemi informativi e reti di telerilevamento
  • Recuperi ambientali
  • Esecuzione e gestione di interventi di bonifica ambientale di terreni e falde:
    • messe in sicurezza operative, permanenti e di emergenza
    • raccolta, cernita, caratterizzazione e smaltimento di rifiuti
    • pulizia, prove di tenuta, rimozione e smaltimento di serbatoi interrati
    • scavo e conferimento a terminali autorizzati
    • scavo e trattamenti off/on site (smaltimento, vagliatura, lavaggio, landfarming, biopile, desorbimento termico, incenerimento)
    • trattamenti in situ (soil washing, soil venting, bioventing, soil vapour extraction)
    • barriere idrauliche, pozzi e trincee di sbarramento
    • trattamenti in situ di falde inquinate
Portfolio
Ansaldo

Ansaldo, Legnano. 
Finmeccanica-Leonardo S.p.a., Progetto di Bonifica per dell’ex Fonderia Acciaio.

Expo 2015


EXPO 2015, Milano.
Progetti di Bonifiche.

Tecno Habitat ha seguito il progetto Expo 2015 a partire dalla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) (iniziata nel 2009 e conclusasi nel giugno 2011) e nelle successive fasi di Procedura Assistita propedeutica alla redazione dello Studio di Impatto Ambientale (SIA) (giugno – luglio 2011), nella procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) con elaborazione del SIA (agosto – dicembre 2011) e nelle modifiche progettuali che hanno necessitato due Verifiche di assoggettabilità a VIA (dicembre 2012 e settembre 2013). A seguito del giudizio di compatibilità ambientale relativo al progetto Expo 2015 (avvenuta con DGR 2969/2012) l’Autorità competente in materia di VIA ha istituito nel 2012 un Osservatorio Ambientale (OA) con la finalità di verificare l’ottemperanza alle prescrizioni fornite al progetto.
Dal 2011 al 2014 Tecno Habitat ha curato la redazione di 10 progetti di bonifica dell’area Expo 2015 per terreni e falda e seguito l’iter tecnico-amministrativo fino alle certificazioni finali.

Generali Real Estate S.P.A. Societa' Di Gestione Del Risparmio
L.A.C. e Peante

L.A.C. e Peante, Montano Lucino CO
Sistemazione idraulica di un tratto del Seveso

Rododendro Immobiliare

Rododendro Immobiliare. Casnate con Bernate CO
Autorizzazione ampliamento cava e ripristino ambientale.

Silea Spa


Silea SPA, Valmadrera (LC).
Messa in Sicurezza Operativa della piattaforma ecologica.

Il progetto è relativo alla messa in sicurezza operativa di una porzione dello stabilimento della società SILEA S.p.a. di Valmadrera (LC). La società, il cui capitale sociale è detenuto interamente da Comuni, è il principale riferimento della Provincia di Lecco per la gestione dei rifiuti: opera attività di raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti, nonché il recupero energetico dei rifiuti urbani, speciali e sanitari, tramite termovalorizzatore da 97.000 t/anno e 1.2270 TJ. L’intervento di messa in sicurezza operativa (MISO) si è reso necessario in relazione al ritrovamento, durante gli scavi per la realizzazione di una Piattaforma Ecologica Provinciale per la raccolta differenziata delle frazioni dei RSU, di strati di rifiuti costituiti da ceneri e scorie derivanti dalla termodistruzione, frammisti ai terreni in posto. La contaminazione era legata in particolare alla presenza di metalli (Piombo, Rame, Stagno, Zinco).

Terza Stella

Terza Stella, Garlate LC
Recupero ambientale di deposito prodotti petroliferi